Classificazione delle strutture ricettive alberghiere

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le stelle

Le strutture ricettive alberghiere sono classificate in base ai requisiti posseduti e vengono contrassegnate con un numero di stelle

  • 1 – 5 per alberghi
  • 2 a 4 per RTA – residenze turistico alberghiere –

L’attribuzione del numero di stelle delle strutture ricettive alberghiere è effettuata sulla base dei requisiti minimi qualitativi

I requisiti minimi qualitativi sono indicati nelle allegate tabelle “A” (Alberghi) e “B” (Residenze turistico alberghiere) facenti parte integrante della presente legge.

Requisiti minimi:

  • capacità ricettiva non inferiore a sette stanze
  • un servizio igienico ogni dieci posti letto
  • un lavandino con acqua corrente sia calda che fredda a camera
  • un locale ad uso comune
  • impianti tecnologici
  • un numero di addetti adeguati e qualificati al funzionamento della struttura

Come classificare le strutture ricettive alberghiere in qualità di albergo o di residenza turistica alberghiera?

L’identificazione si ha in base alla prevalenza, nel computo della capacità ricettiva, tra camere ed appartamenti.

Cinque stelle e hotel di “lusso”?

Un hotel già dotato di cinque stelle ha il diritto alla denominazione aggiuntiva “lusso” se e solo se in possesso degli standard tipici degli esercizi di classe internazionale.

Come valutare gli standard tipici

a) eccezionali elementi qualitativi delle strutture ricettive quali:

  1. vista panoramica
  2. pregi architettonici ed artistici della costruzione
  3. tipo di costruzione che si distingue dagli edifici circostanti e da altri alberghi della zona per gusto estetico, ubicazione
  4. protezione da rumori, parco riservato, o aree equivalenti
  5. rilevante ampiezza e sontuosità dell’entrata, della hall, delle sale ad uso comune, delle camere ed esistenza di appartamenti
  6. ampiezza e numero degli ascensori che non determinino attese
  7. montacarichi e montavivande
  8. eccellente funzionalità di tutti gli impianti
  9. grande ristorante
  10. terrazze e solarium
  11. per le località turistiche, impianti ed attrezzature sportive, parco, piscina o spiaggia privata

b) eccezionale qualità nel settore dell’arredamento della struttura data da:

  1. tappeti
  2. mobili di pregio
  3. arredi e tendaggi di particolare tono
  4. televisione, filodiffusione o radio in tutte le camere
  5. impianti di illuminazione adeguati ai singoli ambienti
  6. posateria e stoviglie di tono particolare

c) particolare qualità del servizio quale:

  1. una direzione altamente qualificata;
  2. servizio di portineria e di ricevimento particolarmente curati dal personale qualificato e sufficiente ad assicurare un servizio personalizzato ad ogni cliente
  3. rapporto favorevole tra il numero del personale addetto ai vari servizi e numero dei clienti
  4. qualificazione professionale degli addetti ai vari servizi con riguardo anche alle conoscenze di lingue estere
  5. dotazione di uniformi di identificazione degli addetti ai vari servizi
  6. servizio bar e ristorante altamente qualificato

1, 2, 3 stelle delle strutture ricettive alberghiere?

Se forniscono alloggio e servizio di ristorante alle sole persone alloggiate, possono aggiungere la denominazione di “pensione“.

“Meuble'” o “garni'”

Si tratta di quegli alberghi che danno un servizio di alloggio e di prima colazione, quindi abilitati all’aggiunta di tale denominazione.

Alberghi da 4 o 5 stelle

Questi, un po’ più bassi rispetto alla categoria “lusso”, godono comunque del diritto di fregiarsi della dicitura “Grand Hotel”, “Grande Albergo” o “Palace”.

Per gli altri può essere usata l’indicazione “Hotel”.

Dépendance

È fatto obbligo dare alle dipendenze la stessa denominazione della casa madre, sebbene siano comunque classificate di un’unità inferiore rispetto a questa.

La classificazione

La classificazione della struttura ricettiva alberghiera è obbligatoria; in sua assenza, la concessione dell’autorizzazione all’esercizio (con denominazione “lusso”) viene denegata.

Validità

Cinque anni, dal 1998.

Altrimenti,  per le strutture ricettive

  • nuove
  • soggette a revisione di classificazione

la validità permane per la porzione residua del quinquennuio in corso.

Variazioni di condizioni o requisiti

Se si presentassero variazioni tali da comportare una diversa classificazione della struttura ricettiva alberghiera, allora spetta al titolare o al gestore l’onere di richiedere la revisione della stessa.

Oneri comunali

Il Comune competente per territorio fornisce ai gestori o ai titolari di strutture ricettive alberghiere

  • almeno entro il mese di maggio dell’ultimo anno di validità della classificazione
  • apposite schede di denuncia dell’attrezzatura e dei servizi delle rispettive strutture, da compilare in ogni loro parte per poi trasmetterle, entro il successivo mese di giugno, al Comune stesso.

Una volta esaminatole nonché dopo aver esperito ogni eventuale accertamento, l’Amministrazione procede alla classificazione degli esercizi ricettivi secondo i canoni suddetti.

Facoltà di ricorso  del gestore/titolare

  • Tale soggetto può proporre ricorso avverso il provvedimento di classificazione del Comune, sottoponendolo alla Giunta regionale.

Oneri del gestore/titolare

  • Il titolare o gestore che si trovi nelle condizioni di richiedere una revisione della classificazione della struttura, deve presentare domanda sull’apposita scheda di denuncia dell’attrezzatura e dei servizi per la classificazione delle strutture ricettive alberghiere
  • Nella domanda di riclassificazione, la dichiarazione del titolare o gestore di non intervenuta modifica delle caratteristiche sostituisce la documentazione prevista dal medesimo articolo

Il DCPM del 21 ottobre 2008

Il DCPM del 21 ottobre del 2008 individua le seguenti caratteristiche minime:

  • 1 stella: ricevimento 12 ore su 24, pulizia delle camere una volta al giorno, dimensioni minime della camera doppia di 14 metri quadri, cambio della biancheria da camera una volta alla settimana
  • 2 stelle: stesse caratteristiche ma con ascensore e cambio della biancheria da camera due volte a settimana
  • 3 stelle: in aggiunta rispetto al 2 stelle il servizio bar, conoscenza di una lingua straniera da parte della reception (aperta almeno per 16 ore), divise per il personale, servizio internet e tutte le camere dotate di bagno privato
  • 4 stelle: oltre al servizio di pulizia giornaliero della camera anche un riassetto pomeridiano e il cambio della biancheria ogni giorno, salvo diverse scelte del cliente a tutela dell’ambiente; servizio di lavaggio e stiratura della biancheria dei clienti, parcheggio per almeno il 50% delle camere, camere doppie di almeno 15 metri quadrati e bagno di 4
  • 5 stelle: servizio di ricevimento aperto 24 ore su 24, tre lingue straniere da parte degli addetti, camere singole di almeno 9 metri quadrati e camere doppie di 16

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento