Home Restaurant

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cos’è

L’Home Restaurant è una pratica diffusa di social eating che permette, a chiunque ami cucinare ma senza essere un masterchef, di “ospitare” a casa propria delle persone. A pagamento.

Come nasce

L’Home Restaurant è l’eredità dei cosiddetti guerilla restaurant, supper club, underground dinner newyorkesi, nati nel 2006, delle paladar cubane o, infine, delle case particular del Regno Unito ove l’Home Restaurant trova la sua diffusione nel 2009.

Se non puoi permetterti di avviare un’attività tradizionale, questo è un ottimo escamotage per dare libero sfogo alla propria passione culinaria, ricavandoci anche un piccolo introito.

Alcune precisazioni

Come precisato, non è necessario alcun attestato né diploma da grande chef. Bastano passione e un pizzico di capacità!

L’Home Restaurant abbia sede nel luogo di residenza. Nessun appartamento in collina o seconda casa, quindi.

Non è necessaria alcuna autorizzazione comunale, in quanto non è mai stato necessario alcun permesso per invitare degli amici a casa. Altrettanto dicasi sulle norme in merito alla manipolazione degli alimenti. Per quanto possano essere stringenti, chi partecipa ad un evento del genere è ben cosciente di ciò cui va incontro nonché del fatto che non stia andando a mangiare in un ristorante, ma in case private.

Tuttavia, è prevista la facoltà di seguire i corsi di formazione sulla sicurezza alimentare per ottenere una certificazione HACCP. Il che significa essere in possesso delle conoscenze necessarie a proposito delle norme igieniche di sicurezza degli alimenti

L’Home Restaurant e gli adempimenti fiscali

L’Home Restaurant viene disciplinato come attività occasionale, quindi sottoposto alle leggi nazionali. Il nostro paese permette lo svolgimento di attività lavorativa domestiche senza l’obbligo di avere P.Iva, ma fino alla cifra massima – e lorda – di 5.000 € annui entro i quali è prevista l’esenzione dall’obbligo contributivo. La P. Iva diviene necessaria oltre questa cifra, con l’obbligo di indicare in fattura la dicitura: “operazione effettuata ai sensi dell’articolo 1, comma 100, legge finanziaria 2008 n. 24 del 24.12.2007”.

La pubblicità

L’Home Restaurant è una casa privata: non è prevista alcuna insegna sulla strada e non è aperto al pubblico. Il marketing e i contatti avvengono sul web, direttamente tra gli homers e i commensali o sulle pagine Facebook dei primi.

In conclusione…?

Home Restaurant sì o Home Restaurant no?

Le statistiche dicono che sia più probabile assaggiare del cibo corrotto negli esercizi pubblici… Se sia terrorismo o meno, non ci è dato saperlo. Ciò che può essere interessante, invece, è che attraverso questa pratica si può tranquillamente calarsi nella cultura, e nella cucina, di un luogo il che dona un po’ di sapore in più ai nostri viaggi! In fondo, per chi è abituato alla formula del bed and breakfast, quella del mangiare a casa d’altri non può che essere una pratica interessante e correlata. Poche formalità, molta curiosità!

 

Per maggiori informazioni, il sito ufficiale: https://www.homerestaurant.com

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • chat
    Aggiungi un commento